MISSIONE CON E PER I GIOVANI: SCOMMESSA E SFIDA

Nella comunione di Gesù eucarestia la missione giovani 2015.
10 settembre 2015

MISSIONE CON E PER I GIOVANI: SCOMMESSA E SFIDA

La Missione Giovani che si aprirà, sabato 19 settembre, è un’opportunità bella e importante per intercettare e incontrare i giovani delle nostre comunità. Sono essi i primi destinatari di tale evento di grazia perché ad ogni cuore giovane si rivolge la buona notizia del Vangelo. La missione è , quindi, un cammino vissuto con i giovani provando ad ascoltare i loro silenzi, i loro problemi, le lacrime, le gioie, i sogni e annunciando ad ognuno la bellezza che è Gesù Cristo. Non è pensabile una missione senza l’aiuto, il calore, l’affetto e la preghiera dei giovani che incontreremo in quei giorni! La missione, però, è un percorso per i giovani tentando di metterci accanto per interpellare il loro cuore e la loro vita, a volte affannata e stanca, con la nostra testimonianza di giovani in cammino vocazionale. Come è bello intessere relazioni autentiche, vere e durature proprio con i giovani che ci saranno affidati! Quanto bene emerge dalle loro storie, quanta volontà di mettersi in gioco e in discussione traspare dalle loro parole, quanta grazia si può apprendere e interiorizzare dalla loro presenza. Certamente tutto questo è una scommessa! Scommessa contro i facili e comodi pregiudizi, scommessa nell’accostarci a questi ragazzi come noi e con le nostre stesse fatiche e ferite, scommessa nell’ “ perdere” tempo con loro sapendo che è tutto tempo acquistato! E’ una sfida: sfida a rompere il ghiaccio, sfida a fare il primo passo, sfida ad annunciare il Signore in questo nostro tempo così bello e difficile! Allora la missione giovani diviene terreno di grazia per continuare a seminare la buona novella, per continuare a dare speranza e forza, per stringere la mano, per tergere una lacrima, per abbracciare e consolare, per far rimettere in piedi, per far ricominciare! Sogno e desidero questa missione: una missione con e per i giovani perché solo così il nostro cuore resta giovane e aperto al mondo!

Francesco De Matteis

VI Anno